29 novembre 1998: il derby pirotecnico

Roma-Lazio 29 novembre 1998, è ancora per molti uno dei ‘Derby della Capitale’ più emozionanti di sempre. Un match rocambolesco terminato 3-3 dopo una serie di rimonte, espulsioni e gol fantastici. Vedi la sintesi in fondo all’articolo.

La Roma allenata da Zdenek Zeman è chiamata a sfatare il tabù derby: nel campionato precedente infatti i giallorossi di stracittadine, tra campionato e Coppa Italia, ne avevano perse ben quattro. Una vera e propria maledizione che in qualche modo andava interrotta.

Tanti i campioni in campo da una parte e dall’altra. Fioccano le occasioni gol, soprattutto dei giallorossi che iniziano meglio passando per primi in vantaggio con una rete di Marco Delvecchio. Passano però pochi secondi – e su un perfetto lancio di Mihajlovic – ecco arrivare uno dei gol più belli della carriera di Roberto Mancini, al volo. A inizio ripresa sembra invertirsi l’inerzia della gara.

La Lazio parte meglio e su una punizione di Mihajlovic è di nuovo Mancini, questa volta con un colpo di tacco, a toccare la palla quel tanto che basta per mettere fuori causa il portiere della Roma. I giallorossi rimangono anche in dieci per l’espulsione di Petruzzi e – poco dopo – Marcelo Salas conquista con uno straordinario scatto in area un calcio di rigore che poi trasforma con grande potenza.

La partita a questo punto sembra finita: la Roma è frastornata dalla rimonta della Lazio, sotto di due gol e con un uomo in meno. Ma i derby, si sa, sono imprevedibili. Di Francesco sfrutta un’incertezza della difesa laziale e accorcia le distanze riaprendo la sfida. Passano due minuti – altra ingenuità biancoceleste – e Totti realizza il 3-3. A questo punto la gara sembrerebbe finita, di emozioni se ne sono già viste abbastanza. Il pubblico è in delirio. Non c’è spettatore scontento. Ma l’ultima emozione la procura Delvecchio, o forse sarebbe meglio dire l’arbitro, che annulla per fuorigioco un gol dell’attaccante romanista. Sarebbe stato il 4-3… ma rimane comunque un derby storico.

IL TABELLINO DELL’INCONTRO:

29 novembre 1998 – Campionato di Serie A 1998/99 – XI giornata

LAZIO: Marchegiani, Pancaro, Negro, Mihajlovic (56′  Couto), Favalli, Sergio Conceicao (64′ Venturin), Stankovic,  Almeyda,  Nedved, Salas (85′ De La Pena), R.Mancini. A disp. Ballotta,Iannuzzi, Lombardi, Gottardi. All. Spinosi – DT Eriksson.

ROMA: Chimenti, Candela, Petruzzi, Aldair, Wome, Tommasi, Tomic, Di Francesco, Paulo Sergio (90′ Bartelt), Delvecchio (84′ Zago), Totti. A disp. Campagnolo, Frau, D.Conti, Dal Moro, Gautieri. All. Zeman.

Arbitro: Farina (Novi Ligure).

Marcatori: 25′ Delvecchio, 28′ R.Mancini, 56′ R.Mancini, 69′ Salas (rig), 78′ Di Francesco, 82′ Totti.

Note: espulso Petruzzi (doppia ammonizione) al 27′ s.t. Ammoniti: Tommasi, Salas, Almeyda, Di Francesco, Mihajlovic, Candela, Aldair e Totti. Recuperi: x ‘ piu’ 3′.

Spettatori: 70.000 circa.

La sintesi della partita
Condividilo su:

articoli correlati

commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Leggi anche

2002-03 serie C e le Primavere di Caso e Ugolotti

Il Sora in C1 e la Lodigiani in C2 retrocedono.  . . . .

Serie D XIV giornata

Risultati, prossimo turno, classifiche . . . . . . .

Eccellenza XIII giornata

Risultati, prossimo turno, classifiche . . . . .