Il derby di Vincenzo Paparelli

Vincenzo Paparelli, trentatreenne tifoso della Lazio, moriva il 28 ottobre 1979 allo stadio Olimpico, dopo essere stato colpito da un razzo, poco prima del derby Roma-Lazio. Stava mangiando un panino mentre osservava il cielo plumbeo che minacciava pioggia, e due razzi di segnalazione, partiti dalla Curva Sud, finiti fuori dagli spalti dopo una traiettoria a zig-zag. Ad un certo punto, sempre dalla curva Sud, parte un terzo razzo che compie una linea retta di quasi 150 metri che lo colpirà in pieno volto andandosi a conficcare dentro un occhio.

Arrivano i medici ed una barella che lo porta nell’antistadio della Curva Nord dove c’è un’ambulanza che di corsa, a sirene spiegate, cerca di raggiungere l’Ospedale Santo Spirito dove però il povero Paparelli giungerà cadavere.

La notizia fa il giro dello stadio in un attimo, mentre alle 14,15 viene data in diretta durante il prologo della trasmissione televisiva 90° Minuto mandando in agitazione non poche famiglie che avevano congiunti all’Olimpico. Immediata la reazione della tifoseria biancazzurra che tentava in tutti i modi di bloccare la gara

Le forze dell’ordine si mettono subito alla caccia degli assassini e dopo una breve indagine, viene indicato in Giovanni Fiorillo l’autore materiale del gesto criminale. Fiorillo ha 18 anni ed è un pittore edile disoccupato. Già la sera dell’omicidio si dà alla latitanza fuggendo senza una meta ben precisa in giro per l’Italia riuscendo anche ad espatriare in Svizzera.

Dopo quattordici mesi si costituirà. Verrà condannato dalla Cassazione, nel 1987, a sei anni e dieci mesi di reclusione per omicidio preterintenzionale. Morirà il 24 marzo 1993 a causa di un male incurabile. Durante il periodo di latitanza aveva chiamato quasi ogni giorno Angelo Paparelli, fratello dello sfortunato Vincenzo, per scusarsi e giurare che il 28 ottobre non voleva uccidere nessuno.

Domenica 28 ottobre 1979 – Roma, stadio Olimpico 

Roma-Lazio 1-1

ROMA: Tancredi, Rocca, Peccenini, Benetti, Turone (40′ De Nadai), Santarini, Amenta, Di Bartolomei, Pruzzo, Ancelotti, B.Conti. A disp. P.Conti, Ugolotti. All. Liedholm.

LAZIO: Cacciatori, Tassotti, Citterio, Wilson, Manfredonia, Zucchini, Garlaschelli, Montesi, Giordano, Nicoli, Viola. A disp. Avagliano, Manzoni, Todesco. All. Lovati.     

Arbitro: D’Elia (Salerno).

Marcatori: 6′ Zucchini, 16′ Pruzzo.                                                                

Note: giornata nuvolosa. Ammoniti Di Bartolomei, Manfredonia, Zucchini. Espulsi al 82′ Montesi ed Amenta per reciproche scorrettezze.       

Spettatori: 40.000 circa quelli che hanno assistito realmente alla gara. Oltre 70.000 i tagliandi venduti.

Vincenzo Paparelli
Condividilo su:

articoli correlati

commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Leggi anche

2002-03 serie C e le Primavere di Caso e Ugolotti

Il Sora in C1 e la Lodigiani in C2 retrocedono.  . . . .

Serie D XIV giornata

Risultati, prossimo turno, classifiche . . . . . . .

Eccellenza XIII giornata

Risultati, prossimo turno, classifiche . . . . .