Il Foro Italico

L’impianto sportivo del Foro Italico, inizialmente denominato «Foro Mussolini», fu progettato nel 1927 dall’architetto Enrico Del Debbio.

Per la scelta del luogo ove farlo sorgere, furono inizialmente prese in considerazione tre aree: il quartiere Tiburtino, nell’area in cui successivamente (1935) sarebbe sorta la Città universitaria, il quartiere di Casal Palocco e il quartiere Parioli, dove negli anni cinquanta sarebbe stato edificato il villaggio olimpico per i Giochi della XVII Olimpiade del 1960

Lo stadio dei Marmi

Le prime opere furono inaugurate il 4 novembre 1932.

Delle strutture iniziali del complesso facevano parte:

Il palazzo H, sede dell’Accademia di Educazione Fisica

L’obelisco marmoreo, dedicato a Mussolini . Il monolite è il più grande blocco di marmo mai estratto dalle Alpi Apuane

Lo stadio dei Marmi, adibito alla pratica dello sport. Di ispirazione ellenica, è contornato da 60 imponenti statue in marmo bianco, simbolo delle diverse attività sportive,

Lo stadio dei Cipressi (o “dei Centomila”) destinato a ospitare le competizioni vere e proprie

Lo Stadio dei Cipressi
Lo Stadio dei Cipressi

Attualmente fanno parte del grandiosio complesso il Polo Natatorio (che include lo Stadio Olimpico del Nuoto) e lo Stadio del Tennis

Laura Boldrini

Una proposta avanzata nell’aprile 2015 da Laura Boldrini, all’epoca Presidente della Camera dei Deputati, di rimuovere dallobelisco marmoreo le scritte: Mussolini e Dux, incontrò forti obiezioni da parte di periti architettonici e storici e non ebbe seguito.

Vittorio Vidotto è uno storico di lungo corso, ha pubblicato diversi volumi di storia contemporanea.

Cosa ne pensa professore dell’idea di Laura Boldrini, di cancellare la scritta “dux” o addirittura di spostare o demolire l’obelisco celebrativo al Foro italico?

“Sono contrario, il fatto che il Pci organizzò proprio lì i festeggiamenti per il ritorno alla politica attiva di Palmiro Togliatti dopo l’attentato, col senno di poi fa ancora scalpore non trova? 

“Evidentemente ai comunisti italiani, non faceva nessuno effetto… consideri anche che già nell’agosto del 1943 il Coni cambiò nome da Foro Mussolini in Foro italico perché il duce era stato destituito meno di un mese prima. Nel 1948 poi arrivarono delegazioni del Pci da ogni regione d’Italia, dalla stazione Termini partì un corteo piuttosto folcloristico che facendo la via Flaminia arrivò a ponte Milvio per poi girare a sinistra, ci fu un discorso di Pietro Longo e finì con una grande festa da ballo tra le scritte ‘dux, dux’ e ‘a noi, a noi’. 

Condividilo su:

articoli correlati

commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Leggi anche

2002-03 serie C e le Primavere di Caso e Ugolotti

Il Sora in C1 e la Lodigiani in C2 retrocedono.  . . . .

Serie D XIV giornata

Risultati, prossimo turno, classifiche . . . . . . .

Eccellenza XIII giornata

Risultati, prossimo turno, classifiche . . . . .